Primo Assalto al Piano Regolatore Generale

Questa storia mi ricorda di quando Spartacus fu intrappolato sull’Appennino Lucano. I suoi guerrieri erano come animali in trappola..ma Re Spartacus riuscì a creare dalla morte e dalla desolazione dei ghiacci un passaggio verso la Vittoria..A Voi il Primo Cruento Assalto al Piano Regolatore Generale di Mascali.

La Delibera N.24 del Febbraio 2015 è una miniera d’oro e di palladio.

In essa il Supremo Triumvirato dei Prefetti, Uomini e Ufficiali dello Stato, indicano la Via su cui il Nuovo P.R.G. si deve snodare al fine di raggiungere il suo naturale e ordinario completamento.

Farci uscire dall’abisso perenne in cui siamo caduti per colpa di Biagio Susinni e della sua pazzia.

In particolare oggi ne esaminiamo una parte.

Se andate su Google e cercate queste testuali parole chiave:

[centro sportivo strutture ricettive centro polisportivo piano regolatore]

Vi salterà fuori a volte tra il primo e il secondo, a volte secondo o così il Comune di Mascali.

Tra tanti Comuni d’Italia, tra le svariate centinaia….siamo solo noi.

Così prendiamo la Suprema Delibera dei Triumvirii e leggiamo nella sezione Sviluppo Turistico del Territorio:

Alla commissione Bilancio della Camera qualche anno fa si e’ svolto l’iter di conversione della cosiddetta “manovra fiscale”, il decreto legge del 24 aprile 2017 n. 50 recante “Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo“.

In particolare qualcuno ha fatto notare che l’articolo 62 sulla costruzione di impianti sportivi sembra un intervento normativo pensato per dare il via libera alla costruzione di veri e propri quartieri e all’occupazione di nuovi suoli, e non per una vera riqualificazione o la realizzazione di nuovi impianti sportivi , o centri sportivi internazionali nella fattispecie.

Le modifiche apportate dall’articolo 62 alla legislazione speciale in materia di Stadi approvata nel 2013 abilita la costruzione di edifici residenziali nell’ambito della costruzione degli impianti sportivi e crea semplificazioni nelle e delle procedure di costruzione di nuovi stadi o di demolizione e ricostruzione di impianti esistenti non legate ad un chiaro progetto sportivo nell’ambito anche delle associazioni sportive.

Questo e’ un impianto polisportivo non i residence che potenzialmente qualche folle vorrebbe farci ingoiare…in aree dove non si può più costruire.

Le nostre fonti ci dicono che al Comune di Mascali stanno pensando di bypassare il gap creato dal diniego a costruire nelle aree balneari, sempre presente nella suddetta Delibera dei Triumvirii, attraverso la creazione di un RESIDENCE POLISPORTIVO IN UN’AREA SPECIFICA DI CONTRADA AUZANETTO.

 

Avvisiamo questa c.d. Amministrazione che appena troviamo carte a tal riguardo le mandiamo in Procura “senza colpo ferire”….

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: