Quando piegai la Telecom al mio volere

Una storia vecchia. Ma sempre nuova ed attuale. Non è stato facile stare su Internet da quando è nata. La Telecom per anni ci ha lasciato senza banda larga. Stare su dial-up o ISDN costava parecchio. E le truffe e le speculazioni abbondavano. E nessuno era o è immune. Pensate che un decennio fa LORO mi volevano costringere a pagare migliaia e migliaia di euro. Lol! Ma Io sono Io…

Prima Telecom Italia,

ora Tim,

la musica non cambia. Pretendete il rimborso dei malfunzionamenti. E per ora state lontano dalle offerte fibra ottica.

La mia piccola disavventura arrivò perfino sul primo quotidiano d’informatica d’Italia, Punto Informatico.

Volevano un paio di mila euro…

Punto Informatico:

Riceviamo e pubblichiamo la lettera con cui l’avvocato di un abbonato Telecom Italia chiede all’azienda di rivedere gli importi in bolletta, che a suo dire non hanno alcuna rispondenza con le offerte attivate

Asti – Quanto segue è la lettera inviata da un avvocato di un utente dei servizi Internet Teleconomy di Telecom Italia che ritiene di non dover versare all’incumbent l’importo di alcune bollette che non sembrano tener conto dell’adesione all’offerta Internet. L’utente ha fatto sapere alla redazione di Punto Informatico che dopo aver inviato questa lettera ha deciso di citare in giudizio Telecom Italia.

Spett.
TELECOM ITALIA s.p.a.
Nell’interesse e per conto del signor (omissis) residente in (omissis), che sottoscrive per adesione Vi comunico quanto segue:

il mio assistito dietro sua espressa richiesta dal 5.8.2005 ha usufruito del servizio Teleconomy Internet su utenza residenziale con linea ISDN. Accadeva, però, che dall’esame della fattura nr. (omissis) conto 5/05 pervenuta a fine settembre del 2005, questi si accorgeva che il predetto servizio aveva stranamente avuto durata limitata al 17.8.2005. Detta anomalia aveva determinato una richiesta di pagamento da parte Vostra di 282,00 euro.

Somma chiaramente non dovuta atteso che il servizio era stato disattivato unilateralmente dalla Telecom e non su richiesta del mio cliente che, ignaro del tutto, aveva continuato ad accedere ad Internet nella legittima consapevolezza di usufruire del servizio Teleconomy.

Dell’accaduto il sig. (omissis) informava innanzitutto i Vostri operatori, mentre, successivamente inoltrava espresso reclamo in esito al quale l’importo della fattura veniva riportato al costo reale del servizio e l’attivazione di Teleconomy veniva garantita in varie occasioni da diversi operatori.

Ciò nonostante il signor (omissis) si vedeva inviare un’altra elevata fattura e precisamente la nr. (omissis) relativa al periodo settembre – ottobre 2005 con la quale gli veniva richiesto il pagamento della somma di 1.814,50 euro. In particolare dall’esame della bolletta emergeva che tale importo era stato quantificato quale costo conseguente all’utilizzo del servizio Alice 1 cent. Tariffa quest’ultima mai richiesta dal mio assistito e inspiegabilmente applicata alla sua linea telefonica per la quale avrebbe invece dovuto usufruire, come detto in precedenza, della Teleconomy Internet su linea residenziale.

Il signor (omissis) contestava la debenza della somma richiestagli, proponendo ricorso per il tramite di propri legali di fiducia, e la Telecom accorgendosi dell’evidente errore commesso, in accoglimento della sua istanza lo esonerava dal pagamento di quanto illegittimamente chiesto in bolletta e cioè gli decurtava la somma di 1.789,59 euro.

I disagi per l’utente non erano però terminati. Si vedeva infatti recapitare altre due bollette per somme sicuramente non dovute e precisamente la fattura nr. (omissis) per 1.840,00 euro e la nr. (omissis) per 1.628,00 euro, che facevano anch’esse riferimento ad una fantomatica tariffa Alice 1 cent.

Contestate tempestivamente entrambe le fatture il signor (omissis) veniva rassicurato dai Vostri operatori e invitato a pagare (cosa che faceva diligentemente) altra fattura per il periodo 1/06 ( la nr. (omissis) ) per 101,50 euro che a loro dire avrebbe dovuto sostituire quella relativa al medesimo periodo oggetto di ricorso.

Le disavventure del mio assistito non erano purtroppo terminate e infatti, nei giorni scorsi, questi aveva la sgradita e inaspettata sorpresa di vedersi richiesto il pagamento delle ultime due fatture contestate e cioè la nr. (omissis) per 1.840,00 euro e la nr. (omissis) per 1.628,00 euro.

Ciò risulta assolutamente incompatibile, oltre con le rassicurazioni che il mio assistito ha ricevuto nei mesi scorsi dagli operatori Telecom, con le decisioni sui ricorsi a Voi inoltrati in precedenza in virtù delle quali, per le medesime doglianze e in accoglimento delle ragioni del mio cliente, avete riconteggiato e ridotto l’ammontare delle fatture n. 5/05 e 6/05.

Alla luce di quanto esposto in precedenza, Vi invito e diffido a rettificare gli importi sopra evidenziati che si ribadisce vanno conteggiati tenendo conto che al signor (omissis) va applicata la tariffa Teleconomy e non già quella a tempo.

Distinti saluti
Avv. A.P.”

A.P. il mio avvocato civilista. Un grande.

Mi stracciarono tutte le somme da pagare, e mi diedero indietro persino 70 euro. Per come mi ero schifato però chiusi quel numero di telefono e me ne feci un altro. Mi pento solo di questo. Bastardi alla fine lasciano lo stesso morti sul campo di battaglia..ci tenevo al mio vecchio numero ;-(

I fax e le eMail verso Telecom durarono mesi. Così le telefonate.

Un giorno….

un giorno riuscii con numeri di ingegneria sociale a scalare le posizioni degli uffici di Amministrazione ed arrivare al numero di telefono del Direttore Generale di Catania, quindi chiamargli, fingere di aver già discusso con lui del problema e (ri)sottoporgli il caso.

…………………………………Ora è tutto finito….

Con la banda larga non ci sono più tutti quei problemi, e soprattutto non ci sono più quegli strozzini come Eutelia, che Dio li maledica, ho goduto fino in fondo quando sono falliti e i loro lavoratori sono finiti sulla strada. Ogni tanto la Giustizia c’e’.


La Telecom è una bestia gigante..ma con il giusto ingegno chiunque può vincerla.

Sono solo cose che richiedono tempo..ed a volte denaro.

Buona causa a tutti.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: