Qui a Mascali ci sono gli pseudo-politici della Piazza che invocano ed osannano il loro prossimo Sindaco. Il mondo stesso ce lo invidia. A Fiumefreddo hanno deciso in un atto di dolore, immenso, di darcelo indietro: gli gridano TORNATENE a MASCALI. Potrebbe intervenire persino l’O.N.U. adesso in questa disputa..per i meriti di Giuseppe Leonardo Cardillo: Il Commercialista diventato Servo.

Quando facevo il tirocinio di informazione politica presso la redazione di Breitbart, Alana Mastrangelo cominciò a chiamare i politici con il loro vero nome: “Servi”, e servi sono, sono infatti servi pubblici.

Sul perchè questa gente politica e spesso pseudo-politica, al più gentaglia, ci tenga a diventare serva Io ho sempre avuto le idee chiare: vuole arricchirsi.

E si sono arricchiti negli anni, dimostrando una resilienza non comune tra le varie categorie di personaggi del genere sociale umano.

Ecco perchè da ora in poi è bene che il conio del loro ruolo sia ben chiaro: SONO SERVI PUBBLICI.

Ora, sul perchè il noto commercialista e imprenditore di società miste più o meno fantasma G.L.Cardillo voglia fare il servo pubblico non è affar mio, ma il servo non lo sta facendo molto bene nel Comune dove costui è addirittura Vice Servo Sindaco.

Pensate, nessuno lo conosce a Mascali se non per sentito dire, e Mascali è il paese dei suoi pseudo-natali, ma è diventato Vice Servo Sindaco a Fiumefreddo, dove credo che neanche per sentito dire i fiumefreddesi avevano mai sentito di lui e delle sue gesta.

Fiumefreddo, un paesino di 13000 anime, un cinema, una buona economia commerciale, hanno persino un Lidl, hanno spiagge, che hanno avuto la bandiera blu per anni, hanno pure una grande villa comunale fruibile, si è ritrovata come Vice Servo Sindaco il noto commercialista diventato ora servo pubblico.

E cosa ha fatto dal suo arrivo nell’Amministrazione di Fiumefreddo..questo servo?

Ha forse mandato in default il Comune di Fiumefreddo? E’ precipitato nel dissesto finanziario come si può avere le vertigini avendo paura di precipitare nella melma e non riprendersi più?

Il servo pubblico G.L.Cardillo per quello che leggiamo bivacca nei bar al più, tra un tiro di dadi e l’altro a Las Vegas, e una visitina negli uffici di ragioneria in quel di Fiumfreddo per trasformare tutto in ruggine e ghisa gonfiata col suo tocco di Mida.

Un grande.

Mandare in default un Comune non è roba che possono fare tutti i servi pubblici così dall’oggi al domani.

Ecco riassunta in quote l’epopea del servo pubblico G.L.Cardillo a Fiumefreddo di Sicilia:

18 Novembre 2017:

Gazzettinonline:

Di contro, nonostante il bilancio di previsione 2016 sia ancora da approvare e abbia già avuto per ben due volte il parere negativo dei Revisori dei conti, l’Amministrazione, in barba al rischio di dissesto (più volte dichiarato in sede consiliare), che incombe sull’Ente, propone di ridurre i valori venali IMU dei terreni ad insediamento commerciale in zona turistica (per intenderci sulla fascia costiera), minando considerevolmente le entrate dell’Ente, senza che si sappia come intenda far fronte nel futuro, tenuto conto che già ad oggi non si è in grado di garantire i servizi essenziali (mentre in campagna elettorale fu detto a destra e a manca che sapevano come trovare i fondi). Forse l’intenzione è quella di dichiarare il dissesto e di conseguenza aumentare tutte le aliquote al massimo per i cittadini?

L’Assessore alle Finanze, il Tecnico dott. Giuseppe Cardillo di Mascali, come premio per non essere riuscito ancora a predisporre il bilancio, è stato “promosso” Vicesindaco.

24 Agosto 2019:
Gazzettinonline:

Ma c’è un fatto positivo: i cittadini si sono dilettati a riascoltare sul web i comizi, in campagna elettorale, di chi qualcuno ha definito: il “Cetto la qualunque” nostrano;


Dulcis in fundo, con nota n. 0018519 del 09/08/2019, il Responsabile del Servizio Finanziario ha comunicato che “il Comune di Fiumefreddo di Sicilia è nelle condizioni di squilibrio economico finanziario” e presenta al 31/12/2018 debiti fuori bilancio per Euro 2.475.548,48. Insomma: è il pre-dissesto.
La minoranza era stata tacciata di irresponsabilità per non aver votato bilanci gonfiati, ne facciano ammenda ora gli obbedienti Consiglieri di maggioranza che, acriticamente, hanno sostenuto, col voto, bilanci anche privi del parere dei Revisori dei Conti.

4 Dicembre 2019:
Gazzettinonline:

“Nella giornata di mercoledì siamo stati convocati d’urgenza dal commissario ad acta, inviato dalla Regione Siciliana per l’approvazione del Bilancio Consuntivo 2018, (considerato che l’Amministrazione Nucifora non è stata capace di rispettare la scadenza per l’approvazione del 30 aprile scorso), al fine di scongiurare un’immediata dichiarazione del dissesto, qualora non si riuscisse ad approvare il piano di riequilibrio entro il termine perentorio del 22 dicembre.
Abbiamo prontamente accolto l’invito del commissario firmando la liberatoria senza la quale il Comune avrebbe seriamente rischiato il dissesto immediato. Nei fatti abbiamo dovuto supplire ai ritardi degli uffici le cui responsabilità sono in capo all’Amministrazione Nucifora, rinunciando ai tempi tecnici a disposizione dei Consiglieri per esaminare gli atti.
Non possiamo fare a meno di evidenziare come il Consiglio Comunale abbia dovuto subire l’umiliazione della convocazione da parte del Commissario della Regione, quando appena un’ora prima dell’incontro con lui, nella conferenza dei capigruppo, la Presidente Cascino non aveva minimamente fatto cenno a tale problematica.
L’amministrazione e tutto il contorno pensino di meno a bivaccare nei bar a spettegolare sull’operato della minoranza accusata di ostacolare l’azione amministrativa e cerchino di lavorare per salvare questo paese dal baratro come avevano promesso di fare e dove invece, umiliata e bistrattata, la nostra Fiumefreddo rischia di sprofondare”.

Vogliamo un Sindaco servo come questo nel Comune di Mascali?

Chi vuole questo servo pubblico?

Io onestamente ne faccio a meno.

So che l’ex Sindaco Filippo Monforte vorrebbe la pace tra noi e il servo pubblico G.L.Cardillo che ha mandato in default un Comune a furia di bivaccare nei bar, quindi non credo nessuna pace politica possa mai esistere con un servo pubblico del genere.

SERVO.

Cosa vi ricordano i 12 Milioni di Euro? Ascoltate l’intervista…

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
How to whitelist website on AdBlocker?

How to whitelist website on AdBlocker?

  1. 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  2. 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  3. 3 Refresh the page and start browsing the site
%d bloggers like this: