Certo, solo Summit poteva essere in grado, quelli della D-Wave Systems non ne saranno contenti.

Si sa. E’ una corsa contro il tempo, quindi solo la potenza di calcolo del più potente SuperComputer del Mondo poteva farci risparmiare molti mesi in questa ricerca.

Summit è un supercomputer sviluppato da IBM per l’uso presso il Oak Ridge National Laboratory (ORNL) del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, il cui obiettivo principale è consentire a scienziati e ricercatori di risolvere compiti complessi nei settori dell’energia, dell’intelligenza artificiale, salute umana e altre aree di ricerca.

Può eseguire 200 quadrilioni di operazioni in virgola mobile al secondo (FLOPS), il che significa che è 1 milione di volte più potente del laptop più veloce.

Ai ricercatori dell’ ORNL è stato concesso un tempo di calcolo di emergenza su Summit, utilizzandolo per eseguire simulazioni con una velocità senza precedenti. Mentre il metodo tradizionale avrebbe richiesto ai ricercatori anni per essere completato, Summit è stato in grado di capire i composti farmacologici nell’arco di soli due giorni, secondo un rapporto della CNN.

Summit ha trovato 77 potenziali composti farmacologici di piccole molecole per combattere il COVID-19.

Questi composti chimici sarebbero in grado di rendere inefficace il potere di infezione del virus sulle cellule ospiti.

“Ci sono voluti un giorno o due, mentre tradizionalmente si impiegherebbe mesi su un normale computer”, ha dichiarato Jeremy Smith, direttore del Centro di biofisica molecolare dell’Università del Tennessee e principale ricercatore nello studio.

I virus infettano le cellule legandosi a esse e usando uno “spike” per iniettare il loro materiale genetico nella cellula ospite. Il compito di Summit è quello di identificare i composti farmacologici che potrebbero legarsi a quel picco e potenzialmente impedire al virus di invadere le cellule umane.

Un meccanismo di difesa tuttavia che al momento non ha una certa profilassi, quindi è tutto ancora da testare: se e quali composti proteggono veramente e quanto a lungo.

I nostri risultati non significano che abbiamo trovato una cura o un trattamento per COVID-19“, in una dichiarazione Jeremy Smith, direttore del National Laboratory Center of University of Tennessee / Oak Ridge per la biofisica molecolare .

“Siamo molto fiduciosi, tuttavia, che i nostri risultati computazionali informeranno entrambi gli studi futuri e forniranno un quadro che gli sperimentatori useranno per studiare ulteriormente questi composti. Solo allora sapremo se qualcuno di loro mostra le caratteristiche necessarie per mitigare questo virus.”

Qui lo studio pubblicato su questa ricerca.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
How to whitelist website on AdBlocker?

How to whitelist website on AdBlocker?

  1. 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  2. 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  3. 3 Refresh the page and start browsing the site
%d bloggers like this: