Chi è a Capo della Protezione Civile in Sicilia?

Dopo aver letto di come quelli della Protezione Civile stanno affrontando l’emergenza, cioè fornendo stracci spacciati per mascherine a ospedali e Comuni, e di come a capo della Protezione Civile in Calabria sia stato messo un ignorantone, ora dimessosi, ci chiediamo chi ci sia al comando di questa sorta di Istituzione “Fai-da-Te” in Sicilia…

Il capo della Protezione Civile in Sicilia che affianca UNO COME NELLO MUSUMECI è un tale di nome Calogero Foti.

Chi è Calogero Foti, l’uomo forte e competente voluto DA UNO COME NELLO MUSUMECI?

Ansa.it:

(ANSA) – PALERMO, 20 GIU – La Guardia di Finanza ha eseguito un provvedimento emesso dal Gip che dispone il sequestro di 150mila euro nei confronti di Calogero Foti, dirigente della Protezione Civile Regionale, Gianluca Salvatore Galati Casmiro, già dirigente esterno della Regione siciliana e Pietro Lo Monaco, già dirigente di ruolo della Regione, oggi in pensione.
Le indagini svolte dalle Fiamme Gialle sotto la direzione della Procura di Palermo hanno consentito di accertare che sette dirigenti (sei di ruolo ed uno esterno) della Regione siciliana, tutti indagati per peculato, avrebbero percepito direttamente 590mila euro a titolo di compensi per incarichi “aggiuntivi” conferiti dall’amministrazione regionale, in violazione delle disposizioni che stabiliscono il principio dell’onnicomprensività del trattamento retributivo dei dirigenti pubblici. In particolare, all’epoca dei fatti, gli enti pubblici, le società partecipate ed i privati presso cui i dirigenti regionali svolgevano l’incarico “aggiuntivo” avrebbero dovuto versare il 100% del compenso nelle casse della Regione Siciliana che avrebbe provveduto per i dirigenti in posizione non apicale, a liquidare il 50% al dirigente e a destinare l’altro 50% al trattamento accessorio della dirigenza; per i dirigenti in posizione apicale, a destinare il 100% al trattamento accessorio della dirigenza. Il Gip di Palermo, ravvisando per alcune delle posizioni contestate il meno grave reato di “peculato mediante profitto dell’errore altrui”, con conseguente prescrizione delle condotte commesse tra il 2009 e il 2011, ha disposto il sequestro di 7.808 euro nei confronti di Calogero Foti, di 12.000 euro nei confronti di Gianluca Salvatore Galati Casmiro, e di 134.142 nei confronti di Pietro Lo Monaco.

Ma non è finita.

SevenFlys:

Sicilia- Crollo viadotto Himera, Calogero Foti e altri quattro a giudizio.
Omissione di atti d’ufficio e attentato alla sicurezza dei trasporti per non essere intervenuti sulla frana di Caltavuturo che era attiva già da nove anni quando causò il cedimento del viadotto Himera lunga la autostrada A 19 Palermo – Catania. Dovranno rispondere di queste ipotesi di reato Calogero Foti, dirigente generale della protezione civile regionale, Calogero Lanza, ex sindaco di Caltavuturo, Mariano Sireci, responsabile della protezione civile di Caltavuturo, Salvatore Muscarella e Giuseppe Siragusa, dipendenti Anas. Il gip di Termini Imerese Stefania Gallì ne ha disposto il rinvio a giudizio. Il processo inizierà il prossimo 21 marzo. Inoltre il giudice per l’udienza preliminare ha ammesso la costituzione di parte civile dell’Anas per le posizioni di Lanza, Sireci e Foti mentre ha respinto quella della sais autostrasporti che si diceva danneggiata dall’uso dei percorsi alternativi

L’autostrada A-19 era aperta al traffico quando, intorno alle 17 del 10 aprile 2015, una frana fece cedere uno dei piloni e il viadotto si piegò in due. La Procura termitana si è avvalsa della consulenza tecnica di due esperti in materia di ingegneria geotecnica e geologia per la ricostruzione della dinamica del fenomeno franoso, che sarebbe partito almeno dal marzo 2006. Secondo l’ipotesi accusatoria, sarebbero state le condotte omissive dei cinque responsabili a causare il cedimento che si sarebbe potuto evitare.

Dopo il cedimento del pilone, l’autostrada rimase chiusa in quel tratto per molti mesi, creando molti disagi agli automobilisti. Poi l’Anas realizzò una bretella autostradale ancor aoggi percorsa da chi si trova a utilizzare quella autostrada mentre non c’è ancora traccia della ricostruzione dei viadotto che costerà 11 milioni e per la quale è stato pubblicato un bando

Ecco la parte saliente del Curriculum di Calogero Foti:

Che grandi competenze…Siamo in buone mani, stiamo andando bene. Grazie a Nello Musumeci.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: