Messina : Corteo Funebre al Fratello del Boss, De Luca si deve vergognare

De Luca si dovrebbe vergognare. Con la scusa di fare il protagonista eroe allo Stretto di Messina è diventato popolare, ma , come già scritto, il vero volto di De Luca è un altro, come i fatti dimostrano.


Corriere.it:

La denuncia del presidente della Commissione regionale Antimafia Fava: «Come è stato possibile? Dal sindaco De Luca solo silenzio». Il primo cittadino: «Non era un corteo»

Un funerale con decine e decine di persone ad accompagnare il feretro. In città, a Messina, sabato scorso, in piena emergenza Coronavirus e nonostante i divieti di assembramento per contenere i contagi. Le esequie erano quelle di Rosario Sparacio, fratello di Luigi, boss mafioso di Giostra poi collaboratore di giustizia. La notizia, diffusa dai quotidiani locali e testimoniata anche da una foto esclusiva pubblicata da Messina Ora, che mostra una folla di persone dietro l’auto che trasporta la bara, ha suscitato non poche polemiche e una dura rezione del presidente della Commissione regionale Antimafia Claudio Fava.
«Mentre in Italia non si celebrano pubblicamente funerali né matrimoni, com’è stato possibile che a Messina in cento abbiano accompagnato al cimitero il feretro del fratello di un capomafia? Dietro la bara di Rosario Sparacio, fratello del boss Luigi, sabato pomeriggio c’erano auto, moto, amici», ha dichiarato Fava commentando la notizia dei funerali «pubblici» . «Dal sindaco Cateno De Luca sempre pronto a rumoreggiare con la fascia tricolore al petto – conclude il politico – stavolta è venuto solo il silenzio».

Vergognati De Luca, vergognatevi ignorantoni analfabeti che lo sostenete su facebook e twitter, siete la vergogna dello Stato Italiano.

Volete ridere? Mi hanno riferito che i nostri Amministratori di Mascali hanno contattato i gruppi Facebook di De Luca con l’intento di farci buttare fuori. E ci sono riusciti.

Forse è la prima volta che devo ringraziarli,

dato che non voglio avere nulla a che fare con chi chiude gli occhi davanti alla Mafia.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: