Nesso tra Comuni Sciolti per Mafia, Gestione dei Rifiuti e Massoneria

C’e’ un terzo elemento da valutare, oltre al nesso della Gestione dei Rifiuti che ha portato all’ingiusto scioglimento per Mafia di molti Comuni Siciliani, c’e’ da considerare anche l’apparato Massonico dell’Isola poichè non è la Mafia a comandare l’Isola ma la Massoneria Palermitana di Primo Livello.

Grazie al Presidente della Commissione AntiMafia Claudio Fava la nebbia su situazioni poco chiare, a volte paradossali, si è finalmente dipanata, e con chiarezza si incominciano a vedere legami più o meno occulti tra apparati Istituzionali, Politici, Giudiziari, ed infine, Io aggiungo, Massonici.

Molti ricorderanno che il Comune di Mascali fu sciolto per Mafia proprio partendo da un’inchiesta sulla Gestione dei Rifiuti che poi sfociò in un processo che coinvolse il Sindaco di allora Filippo Monforte, il suo Assessore Tropea e il vice responsabile del servizio, ora scomparso, Bruno Cardillo. Furono tutti e tre assolti a formula piena. Ben sapendo delle fragili fondamenta su cui si sarebbero poggiate le accuse per lo scioglimento ci fu un accanimento senza precedenti contro il Comune di Mascali che sfociò con alcuni arresti burla basati su accuse adesso rivelatesi del tutto inconsistenti e che quindi portò questo Comune allo scioglimento.

Io dico e affermo che i motivi furono ben altri.

Io dico e affermo che i motivi dello scioglimento del nostro Comune devono ricercarsi nell’annullamento del Piano Regolatore Generale del 2008, nei nomi e nei cognomi di quegli architetti e progettisti che erano incaricati di redigere e predisporre il P.R.G., nei nomi e nei cognomi di quelli che allestirono un Piano Regolatore Generale marcio e fasullo, percependo centinaia di migliaia di euro, e che poi furono “minacciati” di essere portati a processo per avere indietro i soldi di quegli incarichi truffa che redassero un Piano Regolatore Generale compromesso, dubbio, e secondo alcuni criminale.

Ecco la triade delle motivazioni che portò il fango su questo Comune: Consorteria Sinistroide-Mafiosa con l’ordine di creare dal nulla accuse di mala gestione dei rifiuti, Consorteria Mafioso-Massonica con l’ordine di vendicarsi degli Amministratori che avevano osato sfidare l’Ordine costituito in grado di incassare a sbafo centinaia di migliaia di euro di soldi pubblici al fine di redigere Piani Regolatori Generali con tornaconto per soci ed amici, e cricca di giornalisti corrotti e squallidi con l’ordine di infangare le nostre Città e creare i miti mafiosi comunali.

Questa è l’assoluta verità di come le cose sono andate.

Ed oggi per come la Gestione dei Rifiuti viene eseguita a Mascali, per come gli operai ecologici vengono assunti, per come i rifiuti differenziati vengono smaltiti e venduti, ci sarebbe veramente da sciogliere il Comune per Mafia.

Ma sembra che qualcuno goda di un’immunità assoluta, e dico sembra, poichè il tempo è gentiluomo.

Un ulteriore invio di denunce sulla questione è prossimo, qualcuno dovrà pur ascoltarci e mettere fine al giogo massonico-mafioso che rappresenta il vero Antistato, il vero cancro di quest’isola, e del Nuovo Ordine Mondiale.

Ragazzo… se venite nella mia Loggia Massonica in compagnia di Blogger armati dovete dire cosa vi ha spinto qui…

….Il Caos.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: