Hanno Aperto Le Gabbie : Tra il Ricordo di Come Eravamo e quello di Come Ritorneremo ad Essere

Dal Lungomare di Torre Archirafi a quello di Fondachello, dal Viale Libertà di Giarre alla Via Roma a Mascali, un fiume in piena di persone con e senza mascherina, con o senza distanza ha invaso il suolo rivendicando il diritto alla libertà e alla..cafonaggine.

Libertà…

Se strizzi abbastanza la tua ghiandola pineale, potresti essere in grado di ricordare i bei vecchi tempi.

Un tempo che non tornerà più. L’intero mondo è diverso da come era allora. I bambini innocenti sono gli unici ancora in grado di non ricordare vividamente, Dio li benedica e li protegga.
Si. Dagli sciagurati genitori che pensano che sia tutto finito, come un cartone di Mazinga Zeta o Goldrake.

Momenti di innocenza quelli erano i tempi prima di Febbraio 2020, quando ci divertivamo a galleggiare in questa società come tanti stronzi galleggiano sul mare delle fogne.

Erano tempi semplici e trucidamente banali, le persone si fottevano l’un l’altro senza coprirsi il viso e potevi minacciare di morte chi pescava in riva al mare fottendoti le seppie che con la fatica dei tuoi polmoni aspiravi a catturare come trofei.

Non sono più andato in bicicletta da quando avevo undici anni e me ne pento, ma camminavo molto in attesa della stagione estiva e del profumo delle zagare in Primavera.

Ricordo che qualche vicino di casa si accendeva le sigarette in qualche incendio e gridava di essere diventato musulmano per sfuggire alla furia dei terroristi.

Bei tempi. Scomparsi come i fantasmi degli incubi prima dell’alba.

Avevamo questa cosa chiamata “Costituzione”, il che significava che potevi fare cose chiamate diritti e che nessuno poteva dirti diversamente, anche se in realtà nessuno la rispettava prima questa “cosa” e adesso ne chiedono il rispetto però, la gente cambia le proprie cognizioni come cambiano i canali con il telecomando sul televisore.

I film sono sempre più spazzatura, frutto di ideologie corrotte e degenerate e ai ragazzi poco importa perchè non conoscono cosa esisteva prima della loro nascita o prima della fine della loro pubertà.

Questo tempo che è passato è passato inutilmente.

Ma non lasciamo che sia dimenticato, e chiudiamoci in un lockdown autogestito.

Avendo potere cinturerei i mercati rionali e piazzerei termoscanner ovunque, avendo tempo aprirei le gabbie dei cani nei canili per farli sentire come si sente la gente per strada adesso.

Tra dieci giorni scopriremo se la nostra memoria ha subito danni o se siamo ancora in un sogno vero ed ancestrale.

Morte ai cafoni ignoranti.

Dio lo vuole, il Papa lo vuole, ed anche Keebo la Coniglietta del Mese….

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: