La Firma del GazzettinOnline omette un Dettaglio Molto Rilevante dell’Operazione Jungo

Per chi non ci legge non è un dettaglio da considerare curioso, per chi invece ci legge è un dettaglio raccapricciante. E che ancora una volta pone la nostra opera come furistica, all’avanguardia, avanti nel tempo.

Oggi molti stanno leggendo l’articolo di Mario Antonino Previtera sul Gazzettinonline di Giarre che narra degli arresti, ben 46, dell’Operazione Jungo.

Ma la firma (HhaHa, firma..,n.d.R.) ha omesso di scrivere un dettaglio alquanto pesante che è stato rilevato durante la suddetta Operazione delle Milizie.

Infatti sono state rinvenute numerose schede elettorali.

IlFattoQuotidiano:

Controllavano il voto nelle sezioni di un quartiere popolare, denominato “Jungo”, di Giarre, in provincia di Catania. È emersa anche questa ipotesi dopo la maxi operazione antidroga dei carabinieri che ha portato all’arresto 46 persone. Durante le perquisizioni, infatti, sono state sequestrate diverse schede di voto utilizzate con ogni probabilità per controllare i risultati elettorali nella zona.

Gli indagati, tutti in carcere tranne due per cui il giudice per le indagini preliminari ha disposto i domiciliari, fanno parte del clan Brunetto, legato a Cosa nostra rappresentata dalla famiglia Santapaola-Ercolano, egemone in gran parte dell’area Ionica dell’area Etnea. Accusati di associazione di tipo mafioso, gli arrestati devono rispondere anche di traffico e spaccio di stupefacenti ed estorsione aggravata dal metodo mafioso.

*

Perchè proprio Previtera che è la “firma” madre della cronaca dell’hinterland jonico-etneo ha omesso questo dettaglio incandescente?

E non può controbbatere che ha dimenticato di inserirlo, magari nel copia incolla tra file in un testo ed in un altro, poichè NON HA CHIESTO NIENTE AL RIGUARDO NEANCHE AL COMANDANTE LUCA LECCESE!!!!

Mah, Io ho una mia teoria.

Forse perchè è stata spedita una denuncia molto dettagliata indirizzata al Procuratore Capo C.Zuccaro che portava precise accuse dal target “elettorale” nella nostra area?

Rinfrescatevi la memoria qui.

Abbiamo richiesto l’intervento dell’OSCE molto prima che queste schede venissero ritrovate, prova che i Clan sono parte attiva ed integrante dello svolgimento delle elezioni democratiche indette per le amministrazioni locali, e regionali. Ma questo si è sempre saputo, non è così? Quindi, quante volte l’OSCE ha vigilato sul corretto svolgimento delle nostre elezioni?

Ed avanzo nella teoria.

Sicuramente la mia figura è stata svilita ed è stata oggetto di scherno e tale denigrazione ha impoverito l’ossequio ed il rispetto delle leggi in cui ho allertato infrazioni multiple, continuate e reiterate.

Quindi, il giornalista o l’ufficio stampa, è tutt’e’ due in barba al conflitto di interessi, ha omesso quel particolare e dettaglio rovente perchè per come si evince da questa teoria esso fa fare un balzo propulsivo al mio intero impianto accusatorio o J’accuse contro il modus operandi delle Istituzioni rappresentative che ho indicato.

Dimostratemi che mi sbaglio.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: