Favolosi Anni 80 : I Prototipi Futuristici delle Automobili Lancia, Lo Stile ed il Design Italiano Perduto

Quando ero piccolo negli anni 80 ci raccontavano che dopo il 2000 avremmo viaggiato su macchine volanti. Invece dopo il 2000 non viaggiamo più nenache con le macchine su ruota. Questa è la cruda realtà. Altro che Made in Italy…
Allora risfogliamo le pagine del nostro Apice come Civiltà per rifarci gli occhi, resi tristi da questo oscuro presente.

Prototipo della Lancia Orca, una concept car con carrozzeria alquanto aerodinamica per i tempi, a cinque porte con fastback Italdesign, firmato dal grandissimo e mitico stilista Giugiaro.

Fu presentata al Motor Show nell’Aprile del 1982.

ammirate l’interno lato guida, un pannello direttamente dall’Enterprise di Star Trek

L’Orca era basata sulla piattaforma di costruzione della Lancia Delta, dotata di un motore turbo a quattro ruote motrici con possibiltà di disingaggio anche ad alta velocità.

La Lancia pensò poi di lanciare la Lancia Sibilo, avveniristica da sconvolgere l’osservatore

Come concept car, con progetto finito nel 1978, poi realizzata da Bertone, la Sibilo si basava invece sulla linea della Lancia Stratos ma ne variava l’estetica decisamente con linee aerodinamiche e finestrini studiati per offrire una visuale di raggio e di angolo ai suoi passeggeri, nonostante le dimensioni del vano ridotte era una struttura uniforme a creare un’auto compatta e di performance.
Molti optional guidati dall’elettronica, e finezze come un unico tergicristallo da spazzolamento verticale e i fari retrattili con lenti circolari completavano un front-end di eleganza tecnologica ed aereodinamica.
Un’altra acuta finezza è la caratteristica del volante, progettato per conferire un’impugnatura anatomica alle mani del pilota.
Il Pannello Controllo si trova invece al centro dell’abitacolo, sotto il parabrezza.

Il veicolo è stato dipinto di un marrone più chiaro dopo il suo debutto al Salone dell’Auto di Torino nel 1978 a seguito di feedback che riportavano il pessimo gusto per la scelta scura del colore. Le ruote sono state anche dipinte color oro chiaro, il simbolo Lancia è sul cofano.

Sempre sul modello Stratos fu in seguito lanciata la Lancia Stratos Zero,

preceduta dal prototipo Lancia Stratos HF, fu presentata al pubblico del Motor Show di Torino nel 1970.

Il design è di Marcello Gandini e Bertone, mentre l’auto monta un motore 1600 della Lancia Fulvia V4.
Nel 2011 il suo prezzo fu stabilito da un’asta con ben 750.000 €uro siglati dall’assegno del suo aggiudicatario.

E’ sta anche esposta nella mostra intitolata “Sculpture in Motion: Masterpieces of Italian Design” al Petersen Automotive Museum di Los Angeles, gli americani hanno riconosciuto in questo modello il design che più si avvicina ai loro sogni nella guida di un’automobile sportiva.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: