Anime : Serial Experiment Lain è Basato sulla Filosofia Transumanista Italiana

Ed ora un post per i nostri lettori più avanzati, se ne esistono.

Is all that we see or seem but a dream within a dream?
E’ tutto ciò che vediamo o sembriamo solo un sogno dentro ad un sogno?
________________________Edgar Allan Poe

Serial Experiments Lain è un anime del 1998 ideato da Yasuyuki Ueda e Yoshitoshi Abe.

L’anime racconta della vita di una ragazza dal nome Lain e ciò che la porterà a vagare tra il confine della realtà pensata come “reale” e la realtà, altrettanto “reale”, virtuale di una rete come Internet, ma con più abilità di interazione, chiamata Wired.

Mi ricorda in parte il mio amico marine Snipes, “…dimentichiamo di essere persone una volta che ci logghiamo dentro questi sistemi?

Wikipedia:

Dopo il suicidio della giovane Chisa Yomoda, alcune ragazze ricevono delle e-mail dalla ragazza. Il sospetto è che si tratti di uno scherzo di cattivo gusto, ma una di loro, Lain Iwakura (岩倉玲音 Iwakura Rein?) ne rimane particolarmente incuriosita. Dopo aver chiesto al padre un nuovo NAVI (Navigator, l’evoluzione del PC) inizia a navigare nel Wired (una rete di computer simile ad Internet) in cerca di risposte. Da qui in poi una serie di eventi inspiegabili sconvolge la sua vita.

L’Anime S.E.L. riassume diversi concetti filosofici, tra questi quelli di uno dei più grandi pensatori italiani a cavallo tra il XX e il XXI secolo, Mario Perniola.

Perniola volse lo sguardo alla fine della sua brillante carriera di filosofo, dopo aver esplorato e superato i pensieri di filosofi come Martin Heidegger, Debord, Baudrillard, al Transumanesimo.

Secondo Perniola la Sensologia ha preso il posto dell’Ideologia a partire dagli anni 90.

Qui l’essere umano può compiere due scelte, per consapevolezza o per stile/caratteristica di vita e/o di ambiente sociale di appartenenza, o conformarsi al tempo delle emozioni interpersonali o lasciarsi abbandonare dentro un turbine di esperienze pressochè anonime, cioè protette dall’anonimato, e incominciare a ripensare il futuro che verrà come a quello di un passato reso migliore dall’ispirazione al mondo classico greco.

Perniola, avanti nel suo tempo, inoltre stabilisce che la sessualità ed il sesso possono rivolgersi anche verso nature inorganiche, artificiali, la cui bellezza e perfezione immortale o statica può dare un’assoluta continuità e adorazione al di là della propria età, forma fisica, difetti.

Infine Perniola si concentra sulla Comunicazione e sul ruolo dei Media in questa.

 

Se la Potenza della Mente non fosse nella Materia come potrebbe la Materia influenzare la Mente?
________________________Johann Wolfgang von Goethe

Degenerazione Umana Ai Confini di Reale ed Irreale

La Comunicazione di Massa fornita dai Media ha avuto dal dopoguerra fino agli anni ottanta un effetto “generativo“, quantomeno apparente, dato che essa era l’unica forma di comunicazione di massa e quindi esercitava un monopolio pressochè assoluto sulle masse. In sintesi gli aspetti negativi provenienti da un regime Mondiale di Monopolio, che tuttora perdura e persiste, erano minori in apparenza degli aspetti positivi.
I mass media stabilizzarono le concezioni di bene e male, e di questi negli schemi del mondo concepiti dalle masse, mantennero un c.d. bilanciamento della divisione bipolare semplicistica ed essenziale a cui l’umanità era stata abituata a pensare dall’alba dei tempi.

Da qui in poi ciò che i Mass Media operano sugli schemi delle concezioni umane, anche attraverso il boost dei Social, sta avendo effetti degenerativi irreversibili, almeno fino a quando una nuova “singolarità”, non saprei dirvi di che natura (ma sospetto non umana), cambierà con il suo avvento questo triste corso della nostra Storia.

Anche il contemporaneo Eric Gans muove da concetti simili a Perniola nel suo “Un Nuovo Modo di Pensare

Degenerazione Post-Traumatica

Gli eventi traumatici e dirompenti ruppero, come tutti sanno, questa bolla di sapone in cui il mondo era abituato a vivere: dal crollo del muro di Berlino fino al crollo delle Torri Gemelle onde d’urto si sono propagate in maniera irreversibile nella mente umana, si è sollevato un coperchio, le bugie dei Media e della Cultura Sinistrosa in generale sono venute a galla, ciò che era creduto IMPOSSIBILE adesso invece era POSSIBILE, così siamo arrivati all’inevitabile: il reale e l’irreale ormai si confondono sempre di più nelle menti che compongono il genere umano.

Le stesse Macchine non possono distinguere tra ciò che è reale e ciò che non lo è.

Ecco perchè le Macchine stanno avendo gioco facile a sottomettere gli esseri umani, e ciò che crediamo di scegliere, o di vivere, sia in realtà ciò che le macchine hanno pensato di farci scegliere e farci vivere.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: