Blitzkrieg : Tutti Gli Incarichi Gabola ad Esperti siglati dal Sindaco Luigi Messina

Mascali è un piccolo Comune e quindi non ha bisogno di rispettare la Legge. Mascali è un piccolo Comune ma se date un’occhiata al suo Albo Pretorio noterete che…

assume un avvocato diverso al giorno per una causa diversa al giorno.

Abbiamo un esercito di avvocati, uno stormo che entra ed esce sia al Comune che dalle sue casse.

Assunzioni a tempo determinato a pioggia, COME QUANDO FUORI PIOVE.

Dopo aver contestato l’incarico dato al Geometra Torrisi il Comune di Mascali non ha più rinnovato il suo incarico, e sapete perchè? Perchè avevamo ragione.

Adesso il Sindaco ci riprova con l’incarico a 4000,00 €uro al mese all’Avvocato Specchiale, una vecchia conoscenza del Comune di Mascali, e al Dottore Salvo Gullotta, appena eletto e dimesso da Consigliere Comunale per manifesta incompatibilità con la moglie Assessore.

Per quanto riguarda l’incarico Specchiale, qui la Determina del Sindaco, vale la stessa cosa che abbiamo scritto, e che la legge prescrive, sul Geometra Torrisi, la sua figura al Comune già esiste.

Quattromila Euro al mese per riorganizzare gli uffici, pensate un piccolo Comune come Mascali paga 4000,00 €uro al mese ad un tizio per muovere uno sfigato di un ufficio verso un altro ufficio, ma anche se di questi spostamenti poi chiederemo conto e valutazione, il Sindaco dovrà spiegare ai giudici, e ai giudici della Corte dei Conti, la necessità di questa assunzione.

Come dovrà soprattuto spiegare quella del Dott.Salvo Gullotta, assunto ad “Esperto” del Sindaco per coadiuvarlo nella gestione dell’Epidemia.

Si rende conto che l’esperto in maniera sanitaria già esiste

ED E’ IL SUO VICE SINDACO ASSESSORE ALLA SALUTE DOTT.SSA VIRGINIA SILVESTRO ?

Inoltre è illegale conferire incarichi del genere a titolo gratuito.

E c’è tutta una giurisprudenza a sancirlo.

Recentemente, ad esempio, la Corte dei Conti della Calabria è intervenuta su un caso del genere.

I giudici contabili al Sindaco di Cerchiara di Calabria – che chiede ‹‹se all’Ufficio di supporto agli organi di direzione politica possa essere assegnato anche personale esterno, la cui collaborazione verrebbe garantita a titolo gratuito, riconoscendo solo un rimborso delle eventuali spese sostenute nell’esercizio dell’attività, debitamente documentate›› – rispondono che ‹‹la possibilità di corrispondere al personale dell’ufficio di staff il mero rimborso delle spese sostenute e debitamente documentate nell’esercizio dell’attività lavorativa, con esclusione di qualsiasi compenso o retribuzione per l’attività svolta, appare incompatibile con l’art. 90, comma 2, del Tuel››:

2. Al personale assunto con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato si applica il contratto collettivo nazionale di lavoro del personale degli enti locali(1) .

Ed inoltre:

Il potere del Sindaco di nominare esperti secondo le previsioni dall’Art. 14 della l.r. siciliana n. 7 del 1992 e s.m.i. deve essere considerato assoggettato immancabilmente anche al rispetto delle disposizioni di cui ai commi 6 e 6 bis dell’art. 7 del d.lgs. n. 165 del 2001 e s.m.i., – che assumono natura di norme fondamentali di riforma economico-sociale, perché posti a garanzia del preminente interesse alla corretta ed oculata allocazione delle risorse, nonché a presidio degli equilibri di finanza pubblica – e, conseguentemente, alla verifica della disponibilità di professionalità adeguate nei ranghi dell’amministrazione ed all’attivazione di procedure comparative di selezione.

2. Incorrono nei reato di abuso in atti d’ufficio e falso ideologico il Sindaco ed il Segretario generale che, rispettivamente, conferiscano e sottoscrivano il contratto di prestazione professionale ad esperto esterno.

Tra l’altro stessa infrazione commessa, a nostro giudizio, nel Caso Specchiale:

Ora poi vedremo come Specchiale avrà RIORGANIZZATO IL COMUNE, ansiosi di vederlo chiesto anche dai Magistrati…

L’assunzione dei collaboratori esterni da assegnare agli uffici c.d. di staff degli EE.LL. debba avvenire con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato e conseguente applicazione del contratto nazionale di lavoro del personale degli enti locali, escludendo che si possa far luogo all’assunzione mediante contratti di lavoro autonomo, nel chiaro intento di evitare che la disciplina giuridico-economica del rapporto sia dettata in contrasto con le previsioni del CCNL, per quel che riguarda, principalmente, l’entità della retribuzione››.

Inoltre, il divieto conferire incarichi di tale natura senza un rapporto contrattuale adeguato andrebbe a tutela del lavoratore incaricato di prestare consulenza esterna.

Inoltre la disposizione normativa richiamata per il conferimento dell’incarico di esperto prescrive che il Sindaco invece di fare la passerella ai Consigli Comunali debba annualmente trasmettere al Consiglio comunale una dettagliata relazione sull’attività svolta dagli esperti da lui nominati al fine di consentire all’assemblea, composta da esponenti delle forze politiche di maggioranza e d’opposizione, di esercitare un controllo democratico sul corretto utilizzo da parte di quest’ultimo della prerogativa riservatagli, sulla proficuità dell’attività esperita dai soggetti incaricati, sulla effettiva corrispondenza della loro azione a finalità d’interesse pubblico.

Come meglio si avrà modo di dimostrare, alla stregua della disciplina regionale, l’ordinamento degli enti amministrativi in Sicilia conferisce al Sindaco precipui compiti, oltre a quelli che per legge e statuto non siano specificatamente attribuiti alla competenza del Consiglio comunale, della Giunta municipale, degli organi di decentramento, del segretario e dei Capi Area; tra questi, gli è attribuita la facoltà di nominare esperti di specifica competenza, SOLO quando questa sia riconosciuta di importanza per l’andamento fattuale dell’ente.

Ora, un Comune piccolo come Mascali che paga un tizio QUATTROMILA EURO AL MESE, seppur già veterano nel settore, solo per muovere tizio e metterlo al posto di caio, o spostare l’anagrafe dal piano terra al primo piano, e così via… fa ridere, FA RIDERE.
E ciò diversamente da quanto avviene per gli incarichi di consulenza, i quali se non sono espressamente soggetti ad una restrizione numerica, sono pienamente sottoposti al regime della sanctio disciplinato dalle leggi sul pubblico impiego.

Chiameremo in ballo la Corte dei Conti, oltre la Magistratura Ordinaria, perchè a finire nei guai potrebbe essere proprio il nostro Comune che, una volta scaduto il rapporto fiduciario con l’esperto incaricato, potrebbe essere citato in giudizio dall’ “Esperto” per aver prestato servizio senza il giusto inquadramento contrattuale, oltre alla NON NECESSITA’, a nostro giudizio, di queste figure.

Tra l’altro richiamando il caso Torrisi, un geometra che aveva in mano l’intera area dello smaltimento rifiuti nel nostro Comune, Voi sapevate che il Sindaco Messina paga anche una Azienda di Consulenza 3200,00 €uro al mese per gestire la Trasparenza sulla Gestione dello smaltimento dei Rifiuti? In pratica, Vostro Onore, il piccolo Comune di Mascali gode di due figure per gli stessi compiti, una regolarmente pubblica e una , nostro giudizio, irregolarmente, o ai limiti delle regole, privata, cioè paghiamo DUE VOLTE, DUE INDIVIDUI PER SVOLGERE IL COMPITO DI UNO SOLO, o PAGHIAMO UN’ENTITA’ ESTERNA A FARE IL LAVORO CHE LE NOSTRE ENTITA’ INTERNE DEVONO FARE PERCHE’ LA LEGGE ASSEGNA LORO IL COMPITO DI SVOLGERLE CON RETRIBUZIONE FISSA PER QUESTO COMPITO.

COME MAI, VOSTRO ONORE?

Vogliamo sapere PERCHE’ un Comune piccolo come Mascali sta caricando tutti questi incarichi a figure GIA’ PRESENTI TRA IL PERSONALE E TRA GLI STESSI AMMINISTRATORI APPENA ELETTI?

Inoltre, ed infine, nel caso Gullotta, anche le Consulenze gratuite devono avere una Selezione Pubblica,

cosa che non è avvenuta in questo caso dove appare evidente lo SCAMBIO e PASSAGGIO :

Campagna Elettorale – Dimissioni da Consigliere – Incarico ad Esperto del Sindaco.

Vostro Onore…non sarebbe stato più opportuna selezione pubblica dove magari perfino un VIROLOGO poteva farsi avanti NEL COADIUVARE IL LAVORO DI UN SINDACO CHE NEMMENO HA ORDINATO LA CHIUSURA DEI MERCATI RIONALI E NON HA FATTO TANTE ALTRE COSE PER PREVENIRE LA DIFFUSIONE DEL MORBO (ad esempio ci informano che molti anziani che hanno frequentato le camere sono adesso infetti, perchè dopo la nostra segnalazione il Sindaco non ha chiuso le camere degli anziani, perchè? n.d.R.) così per come la nostra narrativa ha precedentemente raccontato?

Insomma Luigi Messina come al solito utilizza le casse comunali ed il TUEL come se fosse a casa sua, contravvenendo alla Legge perchè , LUI E LORO, i suoi pari, ASSUMONO, che Mascali è un Comune piccolo e che quindi la Legge della Repubblica può essere bypassata, aggirata, trascurata, ignorata, beffata.

Finchè Mascali8 esisterà non permetteremo che la Legge della Repubblica venga calpestata da questo andazzo caotico e di giostra provinciale.

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
%d bloggers like this: