Uno dei Più Grandi Capolavori Incompiuti del Cinema : Il Dune di Jodorowsky

Jodorowsky’s Dune, il Dune di Jodorowsky poteva benissimo essere qualcosa di spettacolare, ed è rimasto un’incompiuta spettacolare infatti.

Prima del tempo stesso, prima degli anni 80, prima di David Lynch….c’era Jodorowsky, questa è la storia del primo Profeta della Saga di Dune e di come il suo genio visionario ci abbia regalato lo stesso la visione dell’Universo del Nostro Messiah, il Kwisatz Haderach.

Jodorowsky era un regista/attore proveniente da successi nel genere trash-psichedelico post-moderno e distopico a cui capitò tra le mani il Sacro Libro di Dune e decise di farne un film dopo averlo finito di leggere in preda ad una vera e propria Estasi Mistica dalla quale venne fuori con idee chiarissime su quel che voleva fare. Ma come farlo?

Jodorowsky così decise di assemblare una vera e propria armata per andare incontro a quella che appariva essere a tutti gli effetti un’impresa titanica.

Assoldò il disegnatore francese Moebius, uno dei migliori nel genere dandy fantascientifico, e H.R.Giger, che poi creò su carta la serie Alien basandosi su questa esperienza, al fine di mettere su carta quello che aveva decisamente creato il Sacro Libro di Dune nella sua mente.

Ne venne fuori qualcosa di veramente vicino a quello che verrà ed il libro racconta.

La Venuta del Messiah veniva così translata dalla pura immaginazione di quello che il libro racconta  accadrà tra qualche millennio tra le desertiche dune del pianeta Arrakis e sotto le sue Lune.

Dopo Moebius, Jodorowsky poi pensò alle musiche e scelse i Pink Floyd, cosa ripresa anche dal recente remake di Villeneuve, almeno.

Jodorowsky era convinto che questa pellicola avrebbe cambiato la Storia dell’Umanità, che il Film avrebbe cambiato il mondo.

Salvador Dalì stesso accettò di fare parte della pellicola nei panni dell’Imperatore Shaddam IV,

e Orson Welles in quelli del Barone Vladimir Harkonnen

Amanda Lear avrebbe dovuto interpretare la principessa Irulan.

Mentre Mick Jagger il perfido Harkonnen Feyd Rautha

Jodorowsky non esitò a coinvolgere il suo giovane figlio a prepararsi duramente per interpretare Paul Atreides, e lo sottopose ad estenuanti e continui allenamenti con uno dei migliori maestri di arti marziali europei.

Magra consolazione dopo che il suo progetto finì per vari intoppi fu il vedere usate le sue idee, inserite nello Storyboard del suo Dune, in film hollywoodiani che anni dopo segnarono il successo del genere Sci-Fi, come Alien, Terminator, Flash Gordon and Star Wars.

Sicuramente sarebbe stato un Dune molto più visionario di quello pragmatico e spartano di David Lynch, e per quello che è dato sapere il nuovo Dune, quello di Villeneuve, tranne che per le musiche, come scritto, ha tratto ben poco dalla visione di Jodorowsky, altra ragione per ritenerlo un fiasco annunciato, come già e ancora scritto in precedenza.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

ΜEδουσα