CIA Files : La “Vera” e “Proibita” Storia di Adamo ed Eva

_χρόνος διαβασματός :[ 3 ] Minuti_

Il “Vera” l’abbiamo aggiunto noi. D’altronde la storia ufficiale come potrebbe mai essere vera?

Desecretato 8 anni fa, La Storia di Adamo ed Eva è un saggio del 1965, sequestrato e messo sotto chiave fino al 2013.

L’autore sostiene che si verifichi un grande cataclisma sul pianeta ciclicamente. Questo spiegherebbe molti misteri rimasti ad oggi irrisolti, come quelle che si ritengono essere piramidi sommerse a Cuba.

O l’immenso monolite che è stato ritrovato a largo della Sicilia.

Ma le tracce di civiltà pre-diluviane, e perfino pre-pre-diluviane, abbondano.

L’autore compara i miti di Noè, Adamo ed Eva, Osiride, Visnu, etc. come provenienti da un mondo pre-diluviano, dove i pochi sopravvissuti erano i soli ad essere e rappresentare i raccordi con il vecchio mondo e la sua conoscenza, e quindi essi vennero venerati come Dei, come Primi uomini tra gli uomini, portatori di conoscenza, i soli a ricordare come tutto ebbe inizio, i loro racconti hanno creato i primi miti.

Quello che l’autore pone in essere è che alcuni di questi miti siano in realtà ancora più lontani, risalenti a decine di cataclismi che coprono un arco di almeno 70000 anni.

Dopo qualche migliaio di anni, 15, 20000 anni, si verifica un grande cataclisma che coinvolge drammaticamente l’intero pianeta in una maniera inesorabile.

Thomas fornisce, per quello che ricordo, una spiegazione esauriente sul perchè questo avvenga puntualmente, ed è destinato a ripetersi.

Non credo sia stato il solo ad essere convinto della sua spiegazione se la CIA ha voluto mettere questo saggio al riparo da una lettura di massa per molto tempo.

Abbiamo già scritto di Okla, in Gabon, Africa, dove è certo che milioni di anni fa avessero luogo esplosioni atomiche naturali. Thomas afferma che dopo qualche migliaio di anni una serie o anche una di queste esplosioni atomiche avviene nuovamente ma non in superficie bensì tra il nucleo e la parte esterna del nucleo terrestre, questo causerebbe un effetto a catena sugli strati della crosta terrestre che “scivolerebbero” meglio avendo una grande quantità di substrato ad uno stato pressochè liquido tale da “lubrificare” il movimento delle zolle terrestri, ovviamente creando terremoti e maremoti di proporzioni “bibliche”.

I continenti così andrebbero di nuovo alla deriva fino ad un nuovo assestamento nel giro di qualche settimana, così avvenne, così avverrà di nuovo.

L’autore continua affermando che non è mai esistita un’era glaciale ma piuttosto è sempre stata un’importanza dell’avanzare e dell’indietreggiare dei ghiacci da aree differenti della Terra, cioè che abbiamo avuto come Polo Nord e Polo Sud nel corso di migliaia di anni aree differenti del pianeta.

Ecco perchè l’Antartide un tempo non era coperto dai ghiacci e dalle nevi. E qui l’autore elenca un grande numero di mappe e reperti che convalidano in pieno la sua tesi.

Nei glifi della creazione Adamo ed Eva che vivevano nel Giardino dell’Eden nel Continente Madre (L’Albero) discendevano dall’umanità originale (il Frutto) di quella terra, che fu interamente coperta dall’acqua (il Serpente avvolge l’Albero).

Il Serpente marino che avvolge il Pianeta è anche rappresentato dal Mito Norreno di Jormungadr

*

Chan Thomas è riconosciuto come uno dei massimi esperti di geologia cataclismica in relazione alla geografia uniformitaria.

Ha predetto con successo negli anni 60 terremoti di vasta intensità che poi hanno avuto veramente luogo in Africa, Cile, Ex Jugoslavia, e California.

Le sue ricerche paleoscientifiche hanno così svelato i misteri di Baalbek in Turchia, le Piramidi Khufu di Giza, le antiche rovine di Tiahuanaco tra Perù, Bolivia e Cile.

 

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

ΜEδουσα