Salute e Sfruttamento Razzista : Gli Snack al Cioccolato sono Prodotti con La Schiavitù di Minori Africani

_χρόνος διαβασματός :[ 3 ] Minuti_

I Bar e tutte le altre attività correlate che espongono questi prodotti al cioccolato dovrebbero vergognarsi, chi li compra e consuma dovrebbe vergognarsi, tutti quelli che hanno a che fare con questa merda si dovrebbero vergognare.

the Guardian:

Otto bambini che affermano di essere stati usati come schiavi nelle piantagioni di cacao in Costa d’Avorio hanno avviato un’azione legale contro le più grandi aziende di cioccolato del mondo. Accusano le corporazioni di aiutare e favorire la schiavitù illegale di “migliaia” di bambini nelle fattorie di cacao nelle loro catene di approvvigionamento.

Nestlé, Cargill, Barry Callebaut, Mars, Olam, Hershey e Mondelēz sono stati nominati imputati in una causa intentata a Washington DC dalla società per i diritti umani International Rights Advocates (IRA), a nome di otto ex bambini schiavi che affermano di essere stati costretti lavorare senza paga nelle piantagioni di cacao nel paese dell’Africa occidentale.

I querelanti, tutti originari del Mali e ora giovani adulti, chiedono un risarcimento per il lavoro forzato e un ulteriore risarcimento per arricchimento ingiusto, supervisione negligente e inflizione intenzionale di disagio emotivo.

È la prima volta che un’azione di classe di questo tipo è stata intentata contro l’industria del cacao in un tribunale statunitense. Citando la ricerca del dipartimento di stato degli Stati Uniti, l’Organizzazione internazionale del lavoro e l’Unicef, tra gli altri, i documenti del tribunale affermano che l’esperienza di schiavitù infantile dei querelanti è rispecchiata da quella di migliaia di altri minori.

La Costa d’Avorio produce circa il 45% della fornitura globale di cacao, un ingrediente fondamentale del cioccolato. La produzione di cacao in Africa occidentale è stata a lungo collegata ad abusi dei diritti umani, povertà strutturale, bassa retribuzione e lavoro minorile.

Ma perchè gli schifosi sinistrorsi non vanno a vergognarsi ogni tanto? Così come gli sguatteri Pro Biden, Pro Navalny, Pro il Nulla, ogni tanto dovrebbero vergognarsi di esistere, di mentire alla gente.

Uno Stato serio, europeista, civile, avanzato, che si rispetti, DOVREBBE IMMEDIATAMENTE PROIBIRE LA SPORCA VENDITA DI QUESTO SCHIFO DI PRODOTTI poichè oltre all’evidente danno alla salute di bambini, ragazzi e adulti, questo schifo va ad alimentare ed incrementare lo sfruttamento dei bambini nel Continente africano.

Ogni tanto, non dico sempre, vergognatevi, anche la vergogna ogni tanto fa bene alla salute.

Ecco le marche di chi lucra sulla pelle dei bambini:

Hershey

Mars

Nestle

(che è stata tra gli sponsor di Expo 2015)

ADM Cocoa

Guittard Chocolate Company

Godiva

(presente anche in Italia con cioccolaterie, tra cui una a Roma in piazza di Spagna)

Chocolates by Bernard Callebaut

Fowler’s Chocolate

Kraft

See’s Candies

Pezzi di merda, e non di cioccolato, dovete vendere, avrete successo, ne siamo tutti sicuri.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

ΜEδουσα