Messico, U.S.A. : Catturata La Moglie Narcotrafficante Sgualdrina di El Chapo Guzman

Ecco cosa faremo ai Signori della Droga una volta che la Società crollerà.

Ho una taglia sulla testa dei cartelli messicani, e ne vado fiero, per aver pesantemente insultato una delle loro narcotrafficanti:

Claudia Ochoa Félix

Una lurida puttanona assassina la cui vita non aveva alcun valore.

Mi vogliono morto solo perchè ho twittato a questa troia quando ormai era cibo per vermi:

Vivi come una puttana e Muori come una puttana.

Sapevate che El Chapo ha un account twitter tuttora aperto dove Il Capo si gettava allo sbaraglio, quando ancora libero, con le sue teorie sociali da povero criminale analfabeta?

Comunque, ecco l’ambiente per il quale sto scrivendo. Ed ecco quello che farei alla giovane moglie del Ratto Nano e Grasso Guzman.

Prima la frantumerei con la faccia su un tavolo e poi la frantumerei al suolo. Infine chiederei un asciugamano e una brocca d’acqua. Il palco fuori, nella piazza, attende la sua Regina stilista, cercherei di ridurre l’attesa trepidante di tutte quelle famiglie rovinate da questi maiali da fogna.

Questa sgualdrina :

Moglie di questo nano grasso ratto di fogna:

Che bell’uomo…ogni donna moderna potrebbe perdere la testa e la vagina per uno così…
La Sgualdrina e il Ratto di Fogna, i messicani dei cartelli già ne fanno romanzi popolari

Rt.com:

Emma Coronel Aispuro, ex regina di un concorso di bellezza negli Stati Uniti e moglie del più famoso boss della droga al mondo, Joaquin “El Chapo” Guzman, è stata arrestata negli Stati Uniti con una serie di accuse di traffico di droga.

Aispuro, 31 anni, che ha la doppia cittadinanza statunitense e messicana, è stata arrestata all’aeroporto internazionale Dulles di Chantilly “con l’accusa relativa al suo presunto coinvolgimento nel traffico internazionale di droga”, ha riferito lunedì il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

La donna, che ha sposato El Chapo quando aveva 18 anni, è accusata di aver cospirato per distribuire un chilogrammo o più di eroina, cinque chilogrammi o più di cocaina, 500 grammi di metanfetamina e un enorme 1.000 chilogrammi o più di cannabis.

Anime gemelle

Oltre alla raffica di accuse relative al mestiere di scelta del coniuge, Aispuro è anche accusata di aver complottato per far uscire suo marito di prigione in due occasioni, inclusa la sua audace fuga da una prigione messicana di massima sicurezza attraverso un tunnel sotterraneo di 1,5 km. 11 luglio 2015. Secondo il DOJ, era anche tra coloro che erano dietro a un altro tentativo di fuga di Guzman dalla stessa prigione dopo la sua riconquista da parte delle autorità messicane nel gennaio 2016.

Il complotto non si è concretizzato dopo che i funzionari della prigione hanno scoperto un ingresso per un altro potenziale tunnel sotterraneo al di fuori della struttura.

Le sue speranze di raggiungere la libertà apparentemente deluse, il co-fondatore del cartello di Sinaloa avrebbe poi chiesto alle autorità di mandare avanti la sua estrazione negli Stati Uniti, lamentandosi delle terribili condizioni nella prigione messicana.

El Chapo è stato infine consegnato agli Stati Uniti nel gennaio 2017. Attualmente sta scontando un’ergastolo più 30 anni, dopo essere stato condannato per 10 accuse relative a traffico di droga su larga scala e cospirazione per commettere omicidio.

Nonostante i ripetuti scontri con la legge di suo marito, Aispuro non aveva avuto alcun problema fino al 2019, quando uno dei soci di El Chapo, Damaso Lopez Nunez, ha affermato di aver svolto un ruolo chiave nella fuga dal carcere del 2015.

Ci sono state notizie secondo cui l’Aispuro era stato “indagato per cospirazione” in quel momento.

Nel frattempo, ha cercato di capitalizzare la notorietà di Guzman, lanciando una linea di abbigliamento intitolata a suo marito, “El Chapo Guzman”, ed è diventata una star del reality in erba dopo essere stata descritta nella seconda stagione del documento “Cartel Crew” di VH1. serie. Aispuro vanta anche un considerevole seguito su Instagram di oltre 470.000.

Ecco cosa fanno dei criminali il capitalismo e il marxismo. Li trasformano in brand.

Esattamente come Saviano ha fatto di Gomorra un brand della Camorra.

I marxisti trasformano in mode le brutture tossiche prodotte dal capitalismo delle Democrazie Occidentali, cioè bruciano il cervello dei vostri ragazzi, alleati delle grandi compagnie big tech, come Twitter, come facebook, come Instagram… I nuovi TecnoRegimi Totalitari

Sono sicuro che molti dei nostri, una volta caduta questa pantomima di una società che non è tale, creerebbero leggi ad hoc per eseguire con condanna capitale i Signori della Droga e le loro famiglie, previa tortura. Ai follower di Instagram di questi ratti di fogna toglierei Internet e li spedirei a dei corsi correzionali accelerati.

Mexico’s top drug lord Joaquin “El Chapo” Guzman is escorted as he arrives at Long Island MacArthur airport in New York, U.S., January 19, 2017, after his extradition from Mexico. Dressed like a sewer’s rat

Comunque una volta approvate queste leggi vorrei personalmente eseguire il waterboarding sulla sgualdrina Aispuro guzman chapo navota. Potrebbe rivelare informazioni utili a smantellare i cartelli,

e dopo averla spremuta bene potrebbe anche lasciare la nostra realtà da un palco sotto gli occhi della folla.

Questo farei a quella sgualdrina.

Oh che bel topo di fogna dirindin dironDan

I criminali trasmettono per via genetica i geni caratteristici dei delinquenti. Una sterilizzazione di massa nelle prigioni tornerebbe utile. Sono sicuro che le case farmaceutiche potrebbero implementare questa ingegneria genetica oggi più che mai nel passato.

Il topo di fogna si muove ..dirondin dirondan…

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

ΜEδουσα